Il Lavoro – Fase_4


4G-control-billboard-2

Altro giro di colloqui per il sottoscritto. Si perché oggi per trovare un singolo lavoro, tocca pure sottoporsi a un numero indefinito di colloqui. Uno con l’agenzia, uno con il responsabile, uno con il titolare che di solito non sa mai un cazzo!

E ti va bene pure se lo sai in anticipo che magari ti prepari psicologicamente, perché poi capita anche che lo scopri di volta in volta quali personaggi ti devi girare. Comunque questa volta la cosa ha preso una piega che ha tanto un sapore alla X Factor, ora vi spiego.

Praticamente il responsabile dell’ufficio dove dovrei finire io ha deciso questa volta di buttarla sul competitivo. Ha deciso di tenere tre persone (e dico 3) in prova per un mese a mezza giornata (che poi dove la trova mezza giornata in 3??) nel suo ufficio e vedere come ce la caviamo con le varie problematiche. Siccome lui dice occorre essere proattivi (come il detersivo) allora vuole vedere prima la nostra proattività in azione nel momento del pericolo e dell’azione. Io ovviamente ho accettato, avendo anche tutti gli altri requisiti per accettare quelle mansioni, ma dal giorno del colloquio tutto tace …

Annunci

21 thoughts on “Il Lavoro – Fase_4

      • Comunque in linea di massima la proattività è pure una qualità positiva, credo. Nel senso in cui la intendeva il mio interlocutore è quella tendenza a portarsi attivamente avanti in merito a una questione per poterla risolvere, senza aspettarsi per esempio che una informazione ti arrivi da qualcun’altro che potrebbe impiegarci il triplo del tempo per procurarsela. In teoria potrebbe essere un atteggiamento anche giusto se tutti gli attori interessati fossero incalzati da una proattività efficace. Il problema è che non tutti lo sono e in mezzo al tumulto quotidiano del lavoro chi è proattivo veramente rischia di prendersi le colpe e le beghe di chi non è necessariamente obbligato a esserlo!

      • Ciao! Ah beh in quel senso certo, è una dote positiva! Ci credo riguardo le ultime righe, perché chi è così in genere è anche più sensibile/empatico, ed il soggetto quindi più facile da trattare come hai scritto 😅🤔

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...