Naif Brain


A ben guardare la nostra mente non possiamo non rilevare una certa capacità di auto-sostentamento e auto mantenimento. Per mente intendo la parte fisica del nostro cervello con tutti i processi chimici e non da cui esso scaturiscono. Auto sostentamento perché penso sia l’unico organo in natura che si convince di una cosa rendendola reale “materializzandola” sul corpo sotto forma di “stato”. Uno stato mentale per come lo intendo io in questo post è una situazione specifica creata a tavolino dalla mente che si ripercuote nel fisico sotto forma di appagamento e che prescinde dalle condizione esterne. Di solito il propulsore per un nuovo “stato” è il desiderio di affrancamento dal corrente stato mentale. Se è vero quindi che la mente governa il corpo attraverso gli impulsi sensoriali provenienti da terzi è estremamente interessante a questo punto capire che attraverso l’esperienza è possibile giungere a un certo grado di buon governo sui propri stati interiori, solitamente emotivi, a prescindere dai detti effettivi impulsi provenienti dall’esterno. Unico neo di tutto il ragionamento è che possiamo in realtà acquisire soltanto stati di cui abbiamo già fatto esperienza, che in qualche modo ci appartengono, salvo rari casi in cui potremo godere di un certo grado “espansione di coscienza” che ci permette di abbracciare e accogliere il nuovo. Da questo la nota frase “Non creiamo ciò che vogliamo ma creiamo ciò che siamo”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...