Il richiamo della Foresta


Ora che la mia cagna è in calore qui è un gran andirivieni di cani di ogni razza, statura, colore, dimensione. L’unico scopo di questa accozzaglia scomposta e infoiata di canidi è quello di farsi una bella montata sul dorso della mia illibatissima Athena instillando così in lei il germe della vita per potere garantire il felice proseguo della specie. Detto così pare qualcosa di chirurgico ma vi assicuro che l’ostinazione dimostrata da alcuni esemplari maschi è veramente ammirevole. Ora quando si esce di casa bisogna stare ben attenti perché in un millisecondo potrebbe accadere l’irreparabile e trovarsi con una nidiata di cuccioli urlanti. Dal canto mio mi sono studiato bene i movimenti di ognuno tramite appostamenti mirati e strategie da attuare sul campo. Colui che sicuramente spicca in impegno e costanza è sicuramente il cane Lillo (qui ritratto in foto), nonostante le sue ridotte dimensioni, ha dimostrato una pervicacia inamovibile. Lillo è uno figo perché riesce a mantenere il suo contegno nonostante le mie ripetute richieste ad andarsene. Studia il terreno con dovizia di dettagli, ci scruta da lontano, analizza le nostre abitudini come una spia, come se non facesse altro nella vita. C’è da imparare in questo qui. Oramai è diventata una sfida tra me e lui, siamo inseparabili nella lotta. E’ il mio nemico preferito perché mi conosce meglio di me, sa dove vado, cosa faccio, i miei gusti, la mia colazione, quanti caffè prendo al bar. Credo che sappia anche se dormo con i calzini oppure no. Lillo è uno tosto che sa il fatto suo perché si prefigge un obbiettivo e se non stai attento c’è modo anche che lo raggiunge. Lavora nell’ombra e nel silenzio come un anacoreta, la fede non lo molla mai di giorno e di notte perché nel suo intimo sa che lui è nel giusto. Si trova all’interno di un ordine biologico di somma sapienza, è guidato da leggi superiori, quello che c’è da fare va fatto! Non importa “come”. Gli strumenti si trovano, le occasioni non mancano. Intengro e adamantino nel suo obbiettivo, centrato come un bersaglio. Paragonato a lui faccio acqua da tutte le parti! Quasi quasi una montatina gliela faccio fare!

4 pensieri su “Il richiamo della Foresta

  1. Pingback: Amore animale! | Exogino | Il Misterioso Alieno

  2. Pingback: Cambio di “guardia” | Exogino | Il Misterioso Alieno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...