Cose passate


Non so ma quando qualcuno mi convoca per rivangare il passato in tutte le sue forme e per quasi assurgerlo a ideale mi pare ci sia sempre qualcosa di sospetto dietro l’angolo. Eventi, cose fatte assieme, momenti felici. E’ sempre piacevole in un certo senso riportare a memoria ma pare quasi un modo per esorcizzare il presente. Per congelare “quello che era un tempo” e non farsi una ragione che il presente è quello che è. E che non è che prima si stava meglio e oggi no. Sono solo cambiati gli occhi con cui vediamo il mondo. Gli eventi in sé non significano nulla. Quello che io ho passato, le mie vicende, sono significative solo per me e per chi un dato momento ha condiviso con me un pezzettino di percorso. Un’altra persona scrutando la mia storia potrebbe non rilevare nulla di avvincente o significativo. Credo che qualcosa da imparare ci sia sempre. Sia per evolvere, sia per superare i momenti ostili che il presente ci offre. A volte non è utile voltarsi indietro e guardare quello che eravamo perché in realtà lo siamo ancora adesso ma nessuno se ne accorge. Nemmeno noi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...