Pubblicato da: exogino | giugno 20, 2011

La Battaglia ideologica


Le persone sono come le idee, e di idee ce ne sono di tutti i tipi. Chi abbraccia la ‘causa’ si rende portavoce di un determinato tipo di atteggiamento nei confronti di un qualche cosa.

Ma molto spesso il grande errore di chi propugna la sua causa ideologica, per quanto oggettivamente giusta possa essere, è quello di mancare di rispetto per le altrui idee. Preso per certo il dato che la propria causa ha ragione di esistere smantella le altrui realtà spesso in maniera frettolosa, superficiale, e arrogante. Il rischio è quindi quello di trovarsi in una posizione più totalitarista e intransigente del nemico che si sta tentando di affondare.

I ‘Guerrieri ad ogni costo’ diventando portavoci estremisti della loro causa, modellano la propria esistenza in base a ciò che gli altri non sanno, o che, secondo loro, fanno finta di non sapere. Si sentono nel loro intimo degli speciali evangelizzatori riguardo a realtà che agli altri individui non è dato percepire.

Ora, premetto che a mio avviso nel modus vivendi di cui sopra non c’è alcunchè di sbagliato. E’ giusto che chi si sente di propugnare fortemente una ideologia o un determinato atteggiamento verso l’esistenza sia assolutamente libero di farlo. Ma quello che posso rilevare è spesso una carenza di reali contenuti nelle argomentazioni che vengono addotte.

Quello che a me sembra è che oggi al mondo ci siano un numero incalcolabile di questioni problematiche di cui ci si possa effettivamente occupare, non vedo quindi il perchè bisogna sceglierne una rispetto che un’altra. Perchè combattere tanto baldanzosamente contro cause esterne e ‘lontane’ dal nostro vissuto quando è possibile guardare al nostro quotidiano per trovare validi motivi per farci un bell’esamino di coscienza?

Credo che in realtà molti ‘estremisti dell’ideologia’ siano spesso mossi da un desiderio di rassicurazione dovuto al fatto di ‘essere arrivati a una conclusione’, di avere un parere netto e preciso di fronte a una questione, posizione che li aiuta a distinguersi dal prossimo. ‘Posizione netta e precisa di fronte alle questioni’, come dicevo, che molto spesso non esiste. La Verità si nasconde spesso e volentieri dietro le sfumature e se riuscissimo a tenere  a bada il nostro impetuoso desiderio di collocarci a tutti i costi forse riusciremmo a percepirne almeno uno spicchio.

Annunci

Responses

  1. Ma quello che posso rilevare è spesso una carenza di reali contenuti nelle argomentazioni che vengono addotte.

    Quoto tutto,soprattutto la parte che ho citato sopra solo che…
    Chi ha certezze totalitarie e assolute non conoscerà altra idea che non la propria.
    Ne conosco di persone intelligenti ma terribilmente ottuse capace di polemizzare e di avere certezze in qualsiasi campo anche se parlassero di cazzate come il tempo o la pastasciutta . 😉
    Se rapportato invece ad ideologie serie e complicate come possono esserlo le religioni,la politica,gli attentatori suicidi,molto dipende credo anche dal contesto storico e culturale di certi paesi.
    Alcuni dei loro ideali di patria e di religione a noi risultano tutt’ora di difficile comprensione pensa agli aviatori Giapponesi della seconda Guerra Mondiale i cosiddetti Kamikaze per noi occidentali degli autentici folli mentre per il loro paese dei veri e propri “eroi” ( io tutt’ora tanto per aprire una parentesi più “faceta” quando guardo un Anime rimango basito dal comportamento per me incomprensibile ma tipicamente Giapponese dei loro valori di amicizia e di molto altro tanto da bollarli spesso e volentieri con il termine “che boiata proprio perchè totalmente distanti dal mio modo di pensare”).
    Per conoscere realmente motivazioni e i loro contenuti dovremmo metterci nei loro panni,conoscere le loro leggi,le loro scritture,il loro modus vivendi perchè aldilà di tutto di ciò che pensano veramente sappiamo davvero ben poco( partendo dal presupposto che sappiano quello che facciano e che non siano alla mercè di capi tribù vari) .
    Cmq è un discorso parecchio complicato e che potrebbe suscitare un vespaio perchè parlare di gente che con i loro gesti uccide altra gente non è cosa assolutamente semplice ne giustificabile quindi meglio fermarmi in tempo.
    Saluti. 😉

  2. ahahah 🙂 !Pirkaf, nn mi riferivo ai Talebani o ai Kamikaze giapponesi (anche se l’immagine può trarre in inganno), sarebbe troppo estremo! Anche se il post è molto generico… ma di solito scrivo riflessioni che scaturiscono dal quotidiano. Quando parlo di ‘estremismi’ mi riferisco a quelli come noi (culturalmente parlando) che assumono gli atteggiamenti sopra descritti 🙂

  3. Ho preso la più classica delle cantonate,sorry. 😉

  4. 🙂 tranquillo!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: