I Signori delle Tenebre!


Dalle profonde oscurità del nostro recente passato un anno particolare è da annoverarare  per essere stato foriero di avvenimenti nonchè l’anno di uscita di uno dei librigame più famosi, se non il più celebre di tutti i tempi. Sto parlando del 1985 e  di Lupo Solitario e del suo primo numero, I Signori delle Tenebre, Flight from the Dark in inglese. Di seguito riporto una recensione proprio sul primo leggendario numero da cui prenderanno le fila gli episodi successivi.

Un ringranziamento speciale al sito Il Mondo dei Librogames per il testo e per le immagini.

Il massacro dell’Ordine Ramas. L’invasione di Sommerlund da parte degli sterminati eserciti dei Signori delle Tenebre.

L’urgenza di risvegliarsi dall’incubo, sfuggire all’orrore e correre a riferire la tragica notizia a re Ulnar. E’ così che iniziano le avventure di Lupo Solitario: una serie destinata a diventare la bandiera del fenomeno dei librogame nel mondo.

In questo libro possiamo solo intuire le vere potenzialità della serie e del soggetto narrato sapientemente da Joe Dever. Lo stile dell’autore qui è scarno ed essenziale come non mai, improntato alla massima rapidità nel descrivere le situazioni di gioco, come possiamo vedere sin dall’inizio: una piccola introduzione, un paragrafo che ci introduce in questo nuovo mondo fantastico tutto da esplorare e via, a correre nelle foreste di Sommerlund per raggiungere di corsa Holmgard.

La struttura dei paragrafi è piena di bivi e percorsi paralleli; le ramificazioni sono numerose ed i modi per giungere alla capitale molteplici, i passaggi obbligati ben pochi. Quando i percorsi sono molti, risultano essere anche piuttosto brevi: questo fattore, unito alla breve durata dei paragrafi, rende il libro molto rapido da portare a termine, anche se parecchio mortale. I vicoli ciechi non scarseggiano, ma il libro non risulta frustrante a mio avviso: con la dovuta attenzione è possibile evitare le situazioni di maggior pericolo, non ci sono combattimenti troppo ardui, e soprattutto non dimentichiamoci che partire con 5 arti Ramas su 10 non è affatto male ! In conclusione mi sento di dire che la difficoltà è medio-alta, più a causa della frequenza delle “morti istantanee” che non della difficoltà di gioco vera e propria del libro in sé.

A livello narrativo, il libro risulta sicuramente gradevole e pieno di spunti interessanti. La prima avventura ha il compito di mostrarci una bella carrellata di tutte le mostruose creature al servizio dei Signori delle Tenebre, con le quali avremo modo di acquisire grande familiarità avanzando nella serie: Giak, Drakkar, Vordak, Kraan, Gurgaz ed altri ancora. Troviamo inoltre alcune scene interessanti, ed il cui potenziale avrebbe potuto essere sfruttato maggiormente dall’autore: dall’incontro con l’amico Banedon (scena alla quale non riesco a rinunciare ogni volta che gioco il libro !), alla battaglia sul ponte, per finire con l’affascinante cimitero degli Antichi.

Non ci sono oggetti particolarmente importanti da ottenere, in questa avventura. Merita una citazione la Stella di Cristallo, dono del nostro amico Banedon: quest’Oggetto Speciale ci potrà essere davvero utile solo in un’occasione nel secondo libro, dopodiché avrà il semplice scopo di ricordare la nostra amicizia col giovane mago di Toran. Allo stesso modo, non ci sono avversari particolarmente difficili o importanti ai fini della trama: in fondo il nostro protagonista (prima della catastrofe, ricordiamolo, era il placido ed inoffensivo “Lupo Silenzioso” !) è ancora giovane e inesperto, e deve limitarsi ad una fuga disperata attraverso un paese devastato e ricolmo di nemici.

In conclusione: un buon libro, un “must” non solo per gli appassionati di Lupo Solitario ma in generale per tutti gli amanti dei librogame, un titolo di rilievo soprattutto perché inizio di una grande serie. L’ambientazione e la freschezza lo rendono un librogame gradevole, sintetico come racconto e divertente come gioco, meritevole di un 7 pieno a mio giudizio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...