Pubblicato da: exogino | maggio 28, 2010

Ufficio Pubblico


Quasi avevo dimenticato l’inebriante esperienza della fila in un ufficio pubblico, non che non né avessi più fatte ma oggi per esempio mi avevano indirizzato non allo sportello ma bensì nell’ufficio al secondo piano. Ben conscio della legge non scritta che più si risiede ai piani alti più la qualità della vita risulta migliorare mi sono accostato alla spedizione con animo gaio e fiduciosi intenti. Quello che invece si è presentato alla mia vista è stata un’ecatombe di anime perse in cerca di un disperato punto informazione che non è mai esistito.

Gente che si aggirava per i corridoi come antichi spiriti di un tempo in cerca di pace, informazioni inesistenti, impiegati che non c’erano (e forse esistevano solo nella fantasia della receptionist), bambini urlanti, mamme con l’alitosi. Un’ecatombe totale che quasi stavo cercando Virgilio perchè mi riaccompagnasse ai piani inferiori. Vana speranza, il lucchetto dell’uscita di emergenza verso le scale era lucchettata peggio dei cancelli di Moria.

Al ché ho deciso di rimanere e giungere a capo della mia missione fino in fondo, prendendo in disparte le mie facoltà mentali mi dissi che non sarei uscito senza prima aver avuto la tanto sudata informazione di cui avevo bisogno. D’altra parte non c’era di cui disperare, io con il numero 167 mi ero perlomeno aggiudicato un posto per le danze, altro che abbonamento RAI! Verso l’ora seconda di attesa la signora con il passeggino accanto a me è colta da un principio di svenimento strabuzza gli occhi all’indietro lasciando la parte bianca in bella vista, a me viene in mente di guardare l’orologio e proprio in quel momento si ode una voce furiosa, “un dottore!…”.

Dopo aver soccorso la malcapitata un signore con la barba bianca decide di aprire il portellone e fare entrare un po d’aria nel corridoio. Io mi stiracchio le membra e mi godo il refrigerio, una giornata da incubo, penso, mai più! mai più!

Exogino

Annunci

Responses

  1. avresti potuto portarti una rivista o un libro e approfittare del tempo a tua disposizione.
    io, del resto, ammetto di non avercela fatta ieri a fare la fila al C.A.A.F., sono andata via dopo poco che ero lì.

  2. avrei dovuto portarmi la flebo! poi non so non riesco a leggere quando sono in fila o in sala d’aspetto o in qualsiasi altro ufficio. Vengo distratto facilmente …

  3. Mamma mia ! Un vero racconto dell’orrore !!! XDDD

  4. Mi era sfuggito questo post.
    Devo dire di essere una persona paziente pur non amando particolarmente la confusione e la maleducazione sempre presente in questi casi.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: